Nati due cuccioli di camoscio appenninico

Area faunistica del Parco Majella – Lama dei Peligni (CH) – Abruzzo

Da qualche giorno sono nati due cuccioli di camoscio appenninico nell’area faunistica del Parco Nazionale della Majella, a Lama dei Peligni (CH).
Nella giornata di ieri li abbiamo filmati mentre giocavano sotto gli occhi vigili ed attenti delle madri, con ancora con il cordone ombelicale addosso.

GUARDA IL VIDEO:

Quest’area delimitata da una recinzione, è stata istituita nel 1990 con lo scopo principale di salvaguardare una specie di camoscio che nel mondo vive solo sulle montagne dell’Appennino.

Rupicapra pyrenaica ornata, questo il nome scientifico della specie, trova tra le rupi scoscese il suo ambiente ideale di vita.

Il camoscio appenninico ha rischiato la completa estinzione agli inizi del ‘900, e anche grazie alla realizzazione di quest’area faunistica, è stata possibile la sua reintroduzione nel Parco Majella, dove attualmente se ne contano circa 1500 esemplari.

Il camoscio appenninico è stato definito dagli zoologi “il camoscio più bello del mondo” proprio per l’ornamento scuro che dal collo scende al petto.

È un animale che vive bene in quota, anche su pendii molto scoscesi, ed è stato proprio l’aspetto morfologico del paesaggio a far scegliere il territorio lamese, perché ritenuto habitat ideale per la sua sopravvivenza.

Presto ti porteremo a conoscerli e ad osservarli nelle nostre visite guidate adatte a tutti!

 

Emanuele Di Marco, Majexperience