3 ore
Durata
8+
Età

Sabato 22 febbraio vieni con noi sui sentieri che ci condurranno alla grotta Sant’Angelo di Palombaro (CH)!

La grotta di San Michele Arcangelo, nel culto pagano dedicata alla “Dea Bona”, ancora oggi conserva gli antichi resti di una chiesa medievale; la scopriremo insieme attraverso un percorso ad anello tra boschi e coltivi abbandonati.
PUNTO DI RITROVO Palombaro (CH) [riceverai tutti i dettagli il giorno prima dell’attività]
DURATA ATTIVITÀ dalle ore 09:30 alle ore 13:00
INFORMAZIONI DIFFICOLTÀ: bassa, adatta a persone dagli 8 anni in su (è esclusa la partecipazione per i nostri amici a 4 zampe, in quanto l’escursione verrà svolta in zona di riserva integrale)
DURATA: circa 3 ore comprensive di soste
PERCORSO: in bosco e spazi aperti, sui sentieri ufficiali del Parco Nazionale della Majella
EQUIPAGGIAMENTO COME VESTIRSI: scarpe da trekking; pantaloni lunghi; t-shirt; maglioncino o pile; calzettoni lunghi; bastoncini da escursionismo (vivamente consigliati)
COSA METTERE NELLO ZAINO: k-way o poncho; acqua almeno 1 litro (possibilità di rifornimento lungo il percorso); cibo di conforto ed eventuali set alimentari energetici
COSA LASCIARE IN MACCHINA: eventuali calzini di ricambio; scarpe da riposo ed ulteriore ricambio del vestiario
COSTO € 12,00
comprensivi di servizio guida e polizza RCT (ragazzi tra i 12 e i 18 anni € 5,00)

L’escursione sarà condotta da una guida ambientale escursionistica iscritta al Registro Nazionale AIGAE, professionisti operanti nel settore in base alla L. 4/2013, e da un accompagnatore di Media Montagna/Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo.

Note: le guide si riservano, in caso di maltempo o altre cause di forza maggiore che possano compromettere la sicurezza dei partecipanti, di annullare o modificare il programma delle attività e degli itinerari prestabiliti.

1

09:30 Ritrovo

punto d’incontro presso Fara San Martino (CH)
2

09:45 Inizio attività

escursione sui sentieri per grotta Sant’Angelo
3

13:00 Fine attività

rientro alle auto e saluti finali